Le aliene fanno miao

Prendete un pilota misterioso in contatto radio con un UFO velocissimo, aggiungete qualche aliena miagolante e avete gli ingredienti per un bel video mysterioso che si può guardare su Youtube

image
All’inizio del mese di Marzo, e più precisamente a partire dal giorno 3[1], alcune fonti web prima internazionali e poi anche italiane hanno cominciato a riportare la notizia secondo la quale dei controllori del traffico aereo in Siberia sarebbero stati sorpresi da un UFO che viaggiava ad alta velocità e da una voce aliena femminile che sembrava esprimersi con dei miao-miao.

L’oggetto misterioso sarebbe apparso improvvisamente sui monitor dei radar della città di Yakutsk, e si sarebbe mosso ad una velocità di 6000 mph che, per riportarla in una unità di misura a noi più familiare, corrisponde a poco più di 6500 km/h.

Il radar del video comparso su YouTube[2] a cui le fonti rimandano, mostra l’UFO marcato con la sigla “00000” che si muove rapidamente nei cieli, mentre intorno a lui volano gli altri aeroplani a velocità molto più lente. La data di caricamento del video stesso si scopre essere il 25 Febbraio dell’anno corrente.

Un pilota di cui non viene riportata l’identità dichiara di aver effettuato un contatto radio con l’UFO e di aver ascoltato una voce di tipo femminile che per tutto il tempo si sarebbe prodotta in miagolii.

La notizia è ovviamente di per sé non credibile e le fonti poco si prodigano per dare un minimo di serietà a questa sparata mediatica. Non viene riportato un solo nome dei testimoni della vicenda, non viene riportata una data chiara e inoltre alcuni dettagli proprio non convincono. Ad esempio la città di Yakutsk è una delle più fredde al mondo ma nelle riprese dell’aeroporto non appare la minima traccia di neve, come ci si dovrebbe invece attendere.

Approfondendo un po’ le ricerche si riesce inoltre a scoprire che lo stesso video è stato in realtà caricato su YouTube[3] da un altro utente quasi un anno fa, precisamente il 30 Maggio 2010 e osservando le statistiche di visione di quest'ultimo video si rileva che il picco di accessi è avvenuto proprio a partire dal 1 Marzo 2011, come si può vedere nell’immagine.

Niente di nuovo quindi, purtroppo nessuna prova della visita degli alieni sul nostro pianeta e neppure della loro essenza felina. È solo l’ennesimo esempio di come alcune testate anche di informazione giornalistica siano più interessate a rilanciare notizie improbabili senza farsi troppi scrupoli piuttosto che a investire un po’ di tempo per controllare le fonti prima di pubblicare qualcosa.

Se non altro, questa breve analisi mi ha permesso di far sapere che su YouTube, oltre a fruire della visione di un video, si possono anche visualizzare le statistiche d’uso del video stesso. Mi piace pensare che quanti tra i lettori siano al momento ignari di questa funzionalità, possano far tesoro di questo suggerimento in occasione di future indagini personali.

Note