Studi singoli: fonte di false notizie

  • In Articoli
  • 21-01-2018
  • di Roberto Cubelli e Sergio Della Sala
img
Su queste pagine, Andrea Ferrero in un articolo dall’azzeccatissimo titolo “Uno studio non fa primavera”[1] ha sollevato un problema importante che vale la pena approfondire. Sostiene Ferrero che “non è mai un unico studio a determinare lo stato delle conoscenze su un dato argomento, ma solo l’insieme della letteratura scientifica che lo riguarda”.

La scienza progredisce grazie a un lavoro lungo e condiviso, che richiede l’accumulazione multicentrica di dati, esperienze, dispute e revisioni. La scienza è un’impresa collettiva ma è spesso descritta (dai media ma anche dagli stessi ricercatori) come un succedersi di persone ed eventi e come se ogni singola ricerca fosse la fonte di una nuova scoperta o di una qualche discontinuità concettuale e applicativa, destinata a modificare il futuro della società. I singoli programmi di ricerca contribuiscono alla costruzione della conoscenza, ma in[...]

L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.