Le indagini sono le protagoniste del nuovo Quaderno del CICAP

img
Tra i compiti che da sempre caratterizzano il CICAP c’è quello della verifica, spesso direttamente sul campo, di presunti misteri, con le armi della razionalità e il rasoio di Occam stretto in mano.

In questa azione importantissima, i gruppi locali del CICAP sono in prima linea: strettamente ancorati alle rispettive zone di competenza, sono il tramite ideale tra il comitato e il territorio, per le segnalazioni di situazioni anomale e, sotto vari aspetti, “misteriose” e, quindi, meritevoli di approfondimento. È in questa fase che entra in scena il Gruppo Indagini, la task force voluta dal CICAP per sondare tutte queste segnalazioni, sottoponendole a rigorosa verifica attraverso un protocollo che possa consentire di arrivare, se possibile, a una conclusione. Un po’ scienziati e un po’ ghostbusters, i nostri indagatori del mystero ne hanno viste di belle!

Le più recenti indagini che ci hanno coinvolti sono oggetto dell’ultimo Quaderno del CICAP, il numero 28, dal titolo Detective dell’incredibile - 2009-2019: dieci anni di indagini nel mondo dei misteri, che verrà ufficialmente presentato a Padova nel corso del CICAP Fest che si terrà dal 13 al 15 settembre a Padova. I curatori sono Andrea Berti, coordinatore del Gruppo Indagini nazionale, e Luigi Garlaschelli, il più esperto tra i nostri indagatori e sperimentatori.

Tra poltergeist e sensitivi, UFO e castelli infestati, questa lettura appassionante sarà l’occasione per introdurre il lettore ad alcuni importanti principi, come l’importanza di verificare i fatti, prescindendo dai pregiudizi, senza lasciarsi tentare dalle conclusioni affrettate. Ma leggere sarà anche utile per ricordarci quanto sia facile essere preda di inganni e, soprattutto, autoinganni, spesso protagonisti di queste indagini, ma anche di tante circostanze della vita e della storia. Si tratta, quindi, di una lettura senz’altro formativa, che vi invitiamo a scoprire sul nostro bookshop Prometeo e nel corso del CICAP Fest.

«Un libro», spiegano gli autori Berti e Garlaschelli, «che permetterà di immedesimarsi nel ruolo di detective del mystero e di scoprire quali sono gli "attrezzi" per indagare fenomeni in apparenza incredibili».

Andrea Berti, naturalista, è docente di matematica e scienze nella Scuola Secondaria. Nel biennio scolastico 2016-2018 ha svolto l’incarico di responsabile del Science Centre di Aosta, laboratorio scientifico didattico per la promozione delle attività sperimentali nelle scuole della Regione Valle d’Aosta. È il coordinatore del Gruppo Indagini nazionale del CICAP e autore della rubrica “Il mystero viene per posta (elettronica)” sulla rivista Query. È tra i soci fondatori, e attuale coordinatore, del Gruppo Locale CICAP Valle d’Aosta. Dal 2014 tiene regolarmente conferenze e svolge attività didattiche per promuovere il pensiero critico anche tra i giovanissimi.
image


Luigi Garlaschelli, chimico, è stato ricercatore e docente universitario. Autore di numerosi lavori scientifici, si è sempre occupato anche dello studio di fenomeni misteriosi. È socio del CICAP dai primi anni Novanta. Tra i suoi libri:
Processo alla Sindone. I Segreti dei fachiri. Rabdomanzia. Investigatori dell'occulto. In cerca di Miracoli. Lourdes - i dossier sconosciuti. Trattato di Magia Chimica. Vampiri: i primi documenti. Scienziati Pazzi (con Alessandra Carrer). Chimica in Albergo e Chimica-fenomeni e realtà (DeAgostini Scuola). Piccola Grammatica Gratuita di Esperanto.

Detective dell’incredibile è il quaderno numero 28 della collana “Quaderni del CICAP” diretta da Elena Iorio. L'editing è stato curato da Andrea Ferrero. La prefazione è di Massimo Polidoro.

Cliccate qui per acquistare il libro o l'ebook