Di epidemie, complotti e fonti attendibilissime

Secondo Dani Shoham, ex ufficiale dell'intelligence militare israeliana ed esperto in armi biologiche, il betacoronavirus potrebbe essere nato (...) in un laboratorio di Wuhan collegato al programma di armi biologiche segrete della Cina. (...) Potrebbe esserci stata una contaminazione accidentale, di un tecnico o di uno scienziato, che potrebbe aver poi portato all’epidemia. È chiaro che questa vicenda va chiarita in ogni suo aspetto: intendo presentare, nel più breve tempo possibile, un’interrogazione parlamentare per chiedere un impegno dell’UE, nei confronti delle autorità cinesi, per conoscere a fondo la realtà dei fatti. L’Unione Europea deve incalzare il governo cinese sull’esistenza di laboratori di questo tipo, e su una corretta informazione riguardo il numero dei contagi del virus e delle vittime.
(Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare M5S)

Ho avuto notizia da una fonte attendibilissima (...) che tutto nasce da un laboratorio di Wuhan. (...) Secondo la mia fonte da qualche anno in questo laboratorio hanno iniziato degli esperimenti militari coperti dal più grande segreto. Non è una cosa che fanno solo i cinesi: come ricorderete, nel deserto del Nevada anche gli Stati Uniti fanno i loro esperimenti, e li fanno anche i russi. Ebbene, un tecnico, agli inizi di dicembre sarebbe entrato in contatto con il virus. Non se ne sono accorti, non sono riusciti a fermare la questione e si è rapidamente propagato.
(Paolo Liguori, TGCOM24)

«Bill Gates sapeva già della pandemia del coronavirus» titola un articolo del 25 gennaio sul sito La Cruna dell’ago, gestito da Cesare Sacchetti. Nel testo si fa riferimento a un altro articolo di Business Insider, dove viene interpellato lo scienziato del John Hopkins Center, Eric Toner, che aveva pubblicato uno studio tre mesi prima dello scoppio dell’epidemia riguardante la diffusione di un virus di questo tipo. Nella sua simulazione si prevede la morte di 65 milioni di persone. L’origine qui è in Brasile e non in Cina, il virus viene chiamato Caps. (...) Incrociando i dati -scelti in modo puramente arbitrario- si arriva alla teoria: Bill Gates sapeva che sarebbe scoppiata l’epidemia (o pandemia) e infatti ha finanziato uno studio al riguardo. E ora sta segretamente finanziando il vaccino per fermarla, con profitti miliardari all’orizzonte. Tradotto: Bill Gates ha provocato l’epidemia (o pandemia) per guadagnare dalla vendita dei vaccini. Tutto coerente, se non fosse che le informazioni sono state incrociate in modo forzato e prese a contenuti distanti l’uno con l’altro. Soprattutto, cosa c’entra la proposta di sterminare la popolazione umana messa in bocca alla femminista ecologista Brunschweiger?
(Corriere.it)

Coronavirus, il Molise mette in quarantena tutti quelli che provengono dalla realtà.
(Lercio)

Ci sono tante teorie sulla diffusione del coronavirus nel mondo e su Internet si legge di tutto, compreso - soprattutto nell'est Europa - l'ipotesi che si tratti di un attacco alieno, pianificato da extraterrestri che prima vogliono infettare e indebolire gli abitanti della Terra per poi invaderli e conquistare il nostro pianeta.
(Affaritaliani.it)

Sembra che un enigmatico veicolo spaziale alieno sia stato individuato nelle vicinanze della Stazione Spaziale Internazionale, se si vuole credere all'intrepido cacciatore di extraterrestri Scott Waring (che) ha spiegato che stava guardando il feed live della NASA quando ha notato che la telecamera ingrandiva "uno strano oggetto proveniente da sotto la stazione spaziale". (...) Ha anche inserito l'epidemia di coronavirus in corso nell'equazione, ipotizzando che mentre l'agente patogeno si sta "diffondendo come un incendio fuori controllo", gli alieni che potrebbero essere presenti sulla Terra potrebbero decidere di fuggire dal pianeta. «Se questo è vero, aspettatevi di vedere un grande aumento degli avvistamenti UFO mentre lasciano l'atmosfera terrestre», ha avvertito Waring.
(Sputniknews.com)

Coronavirus, astronauta italiano infetta una famiglia di alieni.
(Lercio)