Posta telepatica

Londra. Nel volantino di presentazione di una serie di sei francobolli, le mitiche Poste britanniche (la Royal Mail) hanno scritto che la meccanica quantistica può spiegare la telepatia.

Il volantino e i francobolli fanno parte di una commemorazione dei cento anni della meccanica quantistica disponibile dal 2 ottobre1.

Il testo del volantino commemorativo è stato scritto da Brian Josephson, premio Nobel nel 1973 per il suo lavoro sul fenomeno della superconduttività. Josephson ha dato il suo nome a un effetto che descrive il flusso di corrente tra due superconduttori separati da uno strato sottile di isolante.

Secondo Josephson gli sviluppi della fisica quantistica insieme a quelli delle tecnologie dell'informazione "possono portare a una spiegazione di processi non ancora compresi dalla scienza convenzionale, come la telepatia - un'area in cui la ricerca britannica è all'avanguardia".

Josephson ha scritto il paragrafo su invito delle Poste britanniche. Egli sostiene che alcune teorie sono in grado di spiegare "come una comprensione più dettagliata dei fenomeni paranormali possa emergere da una migliore comprensione della meccanica quantistica".

Josephson non è il primo fisico a ritenere che la meccanica quantistica possa spiegare presunti fenomeni paranormali. Il lettore interessato può consultare l'articolo "Fisici e pseudoscienza" apparso sul numero 12 di S&P2.

Per saperne di più:

  1. Max Planck presentò il suo lavoro sull'interpretazione quantistica del problema del corpo nero il 14 dicembre 1900.
  2. Enrico Scalas "Fisici e pseudoscienza" Scienza & Paranormale n. 12, anno IV, 1996.