Sopra i cieli del Messico

Ai primi di maggio i media del mondo hanno dato ampia diffusione alla notizia dell'avvistamento di UFO nei cieli del Messico.

L'avvistamento in realtà è avvenuto il 5 marzo 2004, ma le autorità messicane hanno aspettato un paio di mesi prima di rendere pubblica la notizia. Un aereo militare impegnato nella lotta ai narcotrafficanti, durante una ricognizione nei cieli dello stato messicano sud-orientale di Campeche, ha individuato 11 sfere volanti che si muovevano apparentemente in formazione con elevatissime velocità di diverse centinaia di kilometri orari. Le sfere non sono state però rilevate visivamente, ma attraverso segnali radar e attraverso l'impiego di una videocamera sensibile ai raggi infrarossi (Sistema di Immagine Termica FLIR). Secondo la testimonianza dei piloti le sfere avrebbero addirittura seguito l'aereo per un certo tratto. Le autorità messicane hanno consegnato ai giornalisti il video che riprende le insolite sfere volanti e su Internet diversi siti consentono il download del filmato, ad esempio una parte del filmato intero è scaricabile dal seguente indirizzo: www.cosenascoste.com/video/video/mexico_maggio-2004.zip .

Il colonnello Francisco Aguilar, segretario del Ministero della Difesa messicano, ha spiegato che "Ogni ipotesi è aperta e che una cosa è sicura: non esiste una spiegazione logica per quegli oggetti non identificati". All'indirizzo www.rense.com/general53/mextt.htm è anche possibile leggere l'intervista rilasciata dai membri dell'equipaggio.

Tutti gli ufologi che sostengono l'ipotesi ETH (Extra Terrestrial Hypothesis) hanno esultato di fronte alla notizia affermando di essere di fronte finalmente a una prova inequivocabile dell'esistenza degli alieni. Gli stessi membri dell'equipaggio, evidentemente in preda all'emozione, si sarebbero lasciati andare ad espressioni del tipo: "Ragazzi... non siamo soli!".

Come al solito, tirare immediatamente in ballo gli alieni di fronte a una fenomeno che non ha ancora ricevuto una spiegazione appare per lo meno azzardato. Indubbiamente questa volta esistono prove concrete dell'avvistamento, non si tratta solo di semplici testimonianze ma si è in presenza di un rilevamento strumentale e quindi il fenomeno merita indubbiamente maggiore attenzione e approfonditi studi.

Al momento attuale in effetti appare difficile fornire una spiegazione accettabile dell'avvistamento e si rimane inevitabilmente nel campo delle ipotesi. Ulteriori studi sul filmato e sui tracciati radar sono ovviamente necessari. Non tutti hanno gridato immediatamente agli alieni. Ad esempio, il fisico Julio Herrera, ricercatore all'Università nazionale autonoma del Messico, ha dichiarato che le misteriose sfere che hanno circondato e seguito l'aereo militare potrebbero essere stati fulmini globulari.

"Come possono esservi fulmini tra le nuvole e il terreno, possono esservene anche all'interno delle nuvole, e talvolta si possono sviluppare fulmini globulari. Penso si sia trattato di uno di questo rari eventi", ha sostenuto Herrera in un intervista rilasciata all'agenzia Reuters. Herrera ha pure sottolineato che le scariche elettriche di fulmini globulari avrebbero potuto essere attratte dall'aereo e questo potrebbe spiegare il fatto che le sfere lo seguissero. Che i fulmini globulari esistano è oramai una certezza, ma finora poco si sa su questi insoliti eventi atmosferici. Chi volesse saperne di più può consultare il sito:

ball_lightning.html www.fis.unipr.it/~albino/ ball_lightning.html

Chi tende a escludere invece che possa trattarsi di fenomeni di elettricità atmosferica è l'astrofisico Massimo Teodorani. In un'analisi, disponibile su Internet all'indirizzo: www.dnamagazine.it/teodorani.html , Teodorani scrive: "[...] Se le luci, come sembra, sono in basso rispetto all'aereo, e se sono le nubi a muoversi perché è l'aereo a muoversi, allora potrebbe trattarsi di oggetti fissi a terra emittenti calore, con ogni probabilità piattaforme petrolifere (se presenti nella zona).

"In merito ai due grossi oggetti gemelli su cui nel video si concentra troppo l'attenzione, si rilevano due lucette sotto ciascuno di essi. Quelle lucette potrebbero essere il riflesso delle luci stesse su una qualche falda acquifera presente nei pressi delle sospettate piattaforme petrolifere emittenti fiamme da qualche ciminiera.

"Il video contiene diverse ambiguità di interpretazione, specie per via dei clamorosi tagli nei punti più cruciali, per il fatto di presentare quasi ossessivamente in gran parte immagini zoom totalmente decontestualizzate dal contorno spaziale, peraltro immagini di "palle di luce" che per via della risoluzione bassa e spesso, per la loro saturazione, non possono essere adeguatamente analizzate".

Il problema resta quindi per il momento aperto e sarà interessante seguirne gli sviluppi futuri.