Autopsia-bufala: l'hanno presa sul serio

  • In Articoli
  • 16-02-2006
  • di Francesca Rezzani
image
Un momento del filmato con la falsa autopsia dell'alieno.

Padova. Incredibile ma vero. La falsa autopsia di un pupazzo simile a un alieno, realizzata alcuni anni fa da un gruppo di simpatizzanti del CICAP per partecipare al concorso "Falsi paranormali" è stata di recente presa sul serio da alcuni siti ufologici.

In occasione del VI Convegno Nazionale del CICAP (Padova, 29-31 ottobre 1999), un gruppo di soci CICAP di Modena, guidati da Andrea Zoboli, decise di partecipare al concorso per "Falsi paranormali" lanciato dal Comitato e di ricreare con effetti speciali artigianali la celebre autopsia di un presunto alieno che, anni prima, aveva fatto molto scalpore in tutto il mondo.

Il filmato, in bianco e nero e piuttosto credibile, aveva sorpreso e divertito il pubblico del Convegno e, inevitabilmente, aveva vinto il primo premio. In un articolo pubblicato su S&P n. 32 (luglio/agosto 2000), Zoboli raccontò, con tanto di foto, come era stato realizzato il pupazzo e il filmato della sua autopsia.

image
Un primo piano del modellino servito per creare la creatura extraterrestre.

Oggi, però, succede qualcosa di inaspettato. Il filmato, realizzato proprio per dimostrare come chiunque, con mezzi anche casalinghi, possa realizzare un documento in tutto e per tutto identico a quelli ritenuti autentici da certi ufologi, ha finito per ricevere un'inaspettata attenzione.

Sono almeno due i siti ufologici, Ufocasebook e Perspectivas che hanno dedicato spazio ad alcune fotografie tratte dal filmato di Zoboli e che si riferiscono proprio a lui come al "chirurgo yugoslavo Andrej Zobol"!

Nei siti, che comunque si mostrano cauti sulla vicenda, si racconta di come qualcuno abbia spedito loro queste immagini raccontando un'immaginosa storia di crash ufologico. A questo punto, viene il sospetto che ci sia qualcuno che voglia sfruttare il filmato di Zoboli e soci per fare uno scherzo agli ufologi più creduloni. Uno scherzo, però, a cui il CICAP non partecipa.