I miti delle missioni Apollo su Query 38

img
Anche il CICAP celebra i 50 anni dal primo sbarco sulla Luna: lo facciamo a modo nostro, analizzando le leggende che circondano il progetto Apollo, ma anche gli aspetti storici, scientifici e umani della missione spaziale che più di tutte ha segnato l’immaginario collettivo.

Comprendono sezioni dedicate allo sbarco sulla Luna sia il numero 38 della nostra rivista Query, da poco inviato agli abbonati, sia il CICAP Fest , che si svolgerà dal 13 al 15 settembre a Padova.

Moltissimi sono i miti che riguardano il progetto Apollo: alcuni sono recenti e sono dovuti al trascorrere del tempo e alla graduale scomparsa dei suoi protagonisti, mentre altri hanno origini lontane: la costruzione dei miti e delle percezioni errate intorno all’allunaggio iniziò infatti già durante la preparazione del progetto Apollo. Sapevate per esempio che il presidente degli Stati Uniti Kennedy non era affatto un sostenitore dell’esplorazione spaziale, a cui riconosceva un valore puramente propagandistico, mentre il vero sostenitore delle missioni spaziali era il suo vicepresidente e successore Lyndon Johnson? O che per quasi tutti gli anni Sessanta gran parte degli americani non era affatto entusiasta della corsa allo spazio e riteneva invece che il governo spendesse troppo per la NASA? O che diversi astronauti si ribellarono agli ordini del Controllo Missione, e che alcuni di loro ebbero attacchi di vomito e di diarrea che misero a rischio il successo della missione?

Per saperne di più, leggete su Query n. 38 l’articolo completo di Paolo Attivissimo, il più grande esperto italiano di leggende metropolitane e teorie del complotto sulle missioni Apollo.