Nuova medicina germanica

La "nuova medicina del dottor Hamer" o "nuova medicina germanica®" (marchio registrato) è un metodo alternativo di cura del cancro, inventato dal medico e teologo tedesco Ryke Geerd Hamer.

Hamer elaborò il proprio metodo di cura in seguito alla tragica morte del giovane figlio Dirk. Nel 1978 Dirk Hamer venne colpito da una fucilata proveniente dall’arma di Vittorio Emanuele di Savoia mentre si trovava in vacanza all’isola di Cavallo, in Corsica, e morì dopo quattro mesi di agonia. In seguito Ryke Geerd Hamer venne colpito da carcinoma a un testicolo, che attribuì al trauma subito per la terribile morte del figlio.

Nell’arco di alcuni anni Hamer generalizzò la propria ipotesi fino a sostenere prima che il solo cancro, e poi che tutte le malattie siano causate da traumi improvvisi e drammatici, che chiamò "conflitti biologici". Secondo Hamer, che chiamò le proprie ipotesi mediche alternative "Cinque Leggi Biologiche", le malattie possono essere curate soltanto risolvendo questi conflitti. Sempre secondo Hamer la "nuova medicina" avrebbe una percentuale di guarigione del 98 per cento, mentre l’oncologia tradizionale guarirebbe solo il 2 per cento dei pazienti.

Hamer sostiene di aver confermato e documentato le sue ipotesi in tutti i casi da lui esaminati, circa 30.000, ma non ne ha mai fornito le prove sperimentali secondo il metodo scientifico, né i suoi risultati sono mai stati confermati da parte indipendente. Risulta invece che numerosi suoi pazienti siano deceduti dopo aver scelto la nuova medicina come terapia, molti dei quali avrebbero potuto salvarsi se curati in tempo. Di alcuni di loro si conoscono tutti i dettagli della loro malattia attraverso i processi penali.

Nel 1986 Hamer è stato radiato dall’Ordine dei medici dal tribunale distrettuale di Coblenza per omessa assistenza medica. In seguito ha lasciato la Germania, ma ha continuato ad esercitare abusivamente la professione in diverse nazioni ed è stato più volte arrestato e condannato per cattiva pratica medica, che secondo le accuse avrebbe causato la morte di diversi pazienti, per esercizio abusivo della professione medica nonché indagato per incitamento all’odio razziale. Negli ultimi anni, infatti, Hamer ha affermato che le sue cosiddette "leggi biologiche" sarebbero state messe sotto silenzio a causa di un complotto mondiale degli ebrei, ha rilasciato numerose dichiarazioni antisemite e ha aggiunto l'aggettivo "germanica" al nome della sua terapia.

In un’intervista del 2006 ha dichiarato di non credere alla Shoah, aderendo così al negazionismo. In un’intervista del 23 settembre 2007, latitante per l’accusa di "incitamento all’odio tra i popoli", ha dichiarato di trovarsi in Norvegia.

Per saperne di più: