La caccia alle streghe

image
©Paul Ranson, Strega con gatto o Corvi, 1893
Il fenomeno delle cacce alle streghe è molto complesso e non si può esaurire in poche pagine. In questa Copertina di Query abbiamo però cercato di fornirne un quadro generale, che tenesse conto delle ricerche più recenti e permettesse di sfatare molti dei luoghi comuni che lo riguardano.
Nel primo articolo si presenta l'evoluzione del fenomeno, dopo la quale viene illustrato il case study di una donna veneziana che fu più volte accusata e processata per stregoneria dal Sant’Uffizio. Si tratta di Laura Malipiero, guaritrice del Seicento la cui figura, ricostruita a partire dalle carte del processo dell’Inquisizione, viene ritratta a tutto tondo, così come doveva apparire ai suoi contemporanei. L’articolo è completato da un approfondimento sul tribunale dell’Inquisizione, istituzione che giocò un ruolo centrale in buona parte dei processi per stregoneria avvenuti nei paesi cattolici.
Un secondo esempio di caccia alle streghe ripreso in questa Copertina è il famoso caso delle streghe di Salem, dove la follia persecutoria degli inquisitori (in questo caso i tribunali erano locali e i giudici laici) comportò un alto numero di vittime e rimase nella storia degli Stati Uniti.
Cercheremo poi di capire perché sono avvenute le cacce alle streghe: verranno riportate alcune delle più accreditate ipotesi e interpretazioni che la storiografia dell’ultimo secolo ha dato al fenomeno. Proveremo a sfatare alcuni dei miti e delle leggende sulla caccia alle streghe, dal numero delle vittime al ruolo della Chiesa cattolica, fino alla questione dell’esistenza di una religione delle streghe.
Un piccolo approfondimento sulla Wicca, la religione delle streghe nata nel Novecento, si soffermerà sul fascino che ancora oggi i concetti di strega e stregoneria esercitano nella nostra società.
Infine, per chi volesse approfondire la questione, questa Copertina si chiude con alcuni consigli bibliografici.

Grazie di cuore a Elena Iorio per la collaborazione e i preziosi suggerimenti.