Effetto ondulato

  • In Articoli
  • 23-07-2012
  • di Gianni A. Sarcone e Marie-Jo Waeber
Il modo in cui il cervello interpreta ciò che l'occhio vede dipende certamente dal contesto, ma anche da piccoli particolari che sembrano ininfluenti...
image

Alcuni interessanti effetti di distorsione geometrica possono essere indotti dall'interazione tra una forma o modulo di base - nel nostro caso un semplice quadrato - con alcuni elementi decorativi distribuiti al suo interno (ad esempio, dei dischetti di colore contrastante, vedi figura 1.a e 1.b).
In un certo senso, questi "puntini" o dischetti sembrano spingere e curvare i bordi dei quadrati e producono effetti diversi a seconda del modo in cui vengono posizionati nei moduli di base (figura 1.c).
image

Per accentuare l'effetto "ondulato" si possono distribuire i moduli di base in modo da comporre dei mosaici a scacchi, come illustrato qui a fianco (figura 2). Benché appaiano contorti, i telai delle cornici concentriche sono perfettamente dritti e ortogonali!

Quando l'immagine delle cornici viene propagata negli strati più profondi del cervello, appare una struttura "subliminale" di linee nere oblique che interferiscono con le strisce ortogonali delle cornici (vedi figura 3), creando così l'illusione di distorsione geometrica (se osservate le cornici con gli occhi socchiusi avrete una buona idea di come potrebbe apparire questa struttura "subliminale").
image

Questo genere di illusioni appartiene alla grande famiglia di illusioni ottiche conosciute come "Twisted cord illusions" (Illusioni della corda ritorta). Ne parleremo in uno dei prossimi numeri.

Gianni A. Sarcone e Marie-Jo Waeber:
Sono i fondatori e curatori del progetto Archimedes' Lab (www.archimedes-lab.org ).