Oltre il cielo, oltre la scienza

Come ho cercato di dimostrare nel mio libro dedicato alla ricostruzione della genesi e dello sviluppo delle idee relative alla presenza nel passato di extraterrestri sul pianeta Terra, molti dei temi tipici della “archeologia misteriosa” si sono formati anche all’interno di quel complesso, ma affascinante universo di riviste a cavallo tra narrativa fantastica e divulgazione scientifica, che ha caratterizzato tanta produzione editoriale nel corso del Novecento, a partire dagli Stati Uniti. Questo vale anche per l’Italia, dal momento in cui la science fiction americana arrivò nel nostro paese, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.

È noto che il termine “fantascienza” fu utilizzato per la prima volta nel 1952 da Giorgio Monicelli (fratello maggiore del regista Mario), nel brano di presentazione del primo numero de “I Romanzi di Urania” (Le sabbie di Marte di Arthur C. Clarke)[...]

L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.