• img

    L'Americh. Tracce del Nuovo Mondo nelle Profezie di Nostradamus?

    Nelle sue Prophéties, Nostradamus ignora quasi completamente il Nuovo Mondo. Eppure, quando escono i suoi volumetti di profezie (1555-1558), sono in pieno svolgimento l’esplorazione e la colonizzazione del Continente Americano. Il XVI secolo si apre proprio (1500) con il viaggio di Pedro Alvares

    LEGGI
  • img

    "Lo sapevo!". Come il nostro cervello ci può far credere di avere potere magici

    Vi è mai capitato di uscire di casa e pensare “Sta per piovere” e immediatamente dopo sentire le prime gocce sulla pelle? Forse, ogni tanto, siamo tutti un po’ veggenti. O forse c’è un’altra spiegazione? Con il termine “postdizione” si indica la tendenza delle persone a scambiare p

    LEGGI
  • img

    Il "profeta" James Jones

    Il "dottor" James Jones nacque nel 1907 a Birmingham, in Alabama, e già a sei anni fece la sua prima predica in una chiesa della città. Fin da allora Dio cominciò a parlargli “con un soffio di vento nell’orecchio destro”, e dalle prime conversazioni gli disse di non corrompere i suoi pensie

    LEGGI
  • img

    Il minuscolo mondo di Nostradamus

    Nostradamus contro Copernico

    LEGGI
  • img

    La dissonanza cognitiva

    “La profezia del pianeta Clarion avvisa la città: salvatevi dal diluvio!”. Così titolava un giornale locale americano nel lontano settembre del 1954. L’allarme era stato lanciato da Dorothy Martin, una casalinga del Michigan a capo di una setta millenaristica (The Seekers, “I cercatori”)

    LEGGI
  • img

    Un indovino catastrofico

    Nostradamus è considerato da molti uno dei più importanti scrittori di profezie della storia, addirittura il “principe incontrastato della predizione”. Tale fama è dovuta all’aver predetto, a metà del 1500, eventi come il grande incendio di Londra, la rivoluzione francese, l’ascesa al po

    LEGGI
  • img

    Alla ricerca delle fonti di Nostradamus

    ©www.ancientcode.com La leggenda che da secoli circonda Nostradamus è come una nebbia che lo nasconde ad uno studio razionale e documentato. Probabilmente, gli studiosi "seri" hanno evitato l'astrologo provenzale perché monopolio di interpreti imbarazzanti, nel timore di compromettersi. N

    LEGGI
  • img

    Profeti in patria

    Mikulàs Drabik ©de.academic.ru Da quando la scienza moderna è nata, all’inizio del Seicento, ha sempre dovuto confrontarsi con le rivelazioni dei profeti e dei visionari. Proprio in quegli anni la Boemia aveva perso la sua indipendenza nei confronti degli Asburgo dopo la famosa battagli

    LEGGI